FRAGILE APPAGAMENTO

[lontananze]

… tutto è così lontano

ora

riccioli al vento

corse ___ grida ___ risa ___ l’amore

il letto dove dormivamo abbracciati

viaggiavamo ascoltando melodie, ci fermavamo

in una rientranza della strada

gemiti di cipressi senza braccia, canti

spiegati nei sospiri e nessi silenziosi tatuati di follia

ragnatele di brina tessevano pensieri

tuoni di tempesta zuppi di miele

gocciolavano acque leggere

sulle nostre schiene, velluti di monarche

polveri di rubini

corpi caduti addosso l’uno sull’altro

fatti per lo stesso respiro

lontano il tuo volto

oggi

macchia d’olio sull’acqua

rispecchia cieli nutriti di morte e di sfaceli

seme prezioso rosso di gardenia, carezza

dal sapore di scogliera

soglia di madreperla che separa

eppure torna a unire

sigillo di ceralacca rotto da due cuori

che soffiavano l’uno dall’altro la polvere

come da lettere antiche

unico corpo ci riconoscevamo

toccandoci appena, dandoci la mano

mi sfiora la solitudine adesso

mastico petali di rimpianto

tutto è così lontano

ora…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...