L’ARABO

L’ARABO

(la storia  alle spalle…

le spalle  alla storia…

 

GOCCE

Fuggitivi respiri

in un deserto vasto e sconfinato

bianco e accecante

che nel cielo trabocca

Tace la vita

nell’eternità d’ogni direzione

fino ai nebulosi e labili profili

dei monti all’orizzonte

Trascinata da mani d’aria

seguo percorsi incerti

su sentieri di pensieri

sotterranei e sotterrati

Rincorro nebbie

che confido prossime a sbiadire

per l’arida sabbia

di sassi e piaghe e speranze malate

Si sciolgon nuvole

trasparenti di ghiaccio

intrise del sale

delle lacrime del mio Tempo

E gocce scendono

bagnano i capelli

divorano le ciglia

sprofondano nella terra

Emana profumi logori

il sordo cadere sul mio viso

e bagna senza ristoro

il deserto delle mie labbra…

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...